Investimenti responsabili

Responsabilità a 360°, anche nelle attività di investimento

Il nostro impegno sulle tematiche della sostenibilità trova ampia applicazione anche nei processi decisionali d’investimento dei fondi gestiti da Equita Capital SGR, la controllata del Gruppo che svolge attività di gestione collettiva del risparmio, sia con riferimento agli OICVM che ai FIA, ed esercita servizi di gestione di portafogli e consulenza in materia di investimenti.

Da novembre 2019, in coincidenza con l’avvio della propria operatività, la SGR è diventata firmataria dei 6 Principi di investimento responsabile promossi delle Nazioni Unite (UNPRI).

PRI logo

Sulla base di tali principi è in fase di redazione una politica di investimento responsabile in cui è formalizzato il nostro impegno ad integrare i fattori ESG nelle analisi e nelle nostre decisioni di investimento. 

Siamo convinti infatti che una politica formalizzata dei processi di identificazione, analisi e gestione delle tematiche ESG, possa mitigare eventuali rischi finanziari ed operativi, nonché accrescere il valore degli investimenti nel lungo termine.

La nostra politica di investimento, nell’integrare i criteri ESG all’interno del processo di investimento, promuove l’impegno da parte del nostro team di gestione a seguire un processo decisionale mirato a creare valore non solo per gli investitori, ma anche per tutti gli stakeholders.

Gli impegni in materia di investimenti sostenibili sono stati formalizzati anche nel Piano Strategico CSR 2020-2022.

Team Equita Capital SGR

 

Politica di investimento responsabile

Equita Capital SGR si impegna a realizzare investimenti responsabili come mezzo per raggiungere il suo obiettivo primario di creazione di valore. Per scoprire di più, scarica la politica di investimento responsabile pubblicata di seguito.

 

Dichiarazione ai sensi dell’articolo 4, paragrafi 1 e 5, del Regolamento (EU) 2019/2088 del 27 novembre 2019

Equita Capital SGR riconosce l’importanza di considerare i principali effetti negativi sui fattori di sostenibilità derivanti dalle proprie decisioni di investimento e dalla consulenza in materia di investimenti, al fine di generare un impatto positivo, in linea con i propri principi in ambito ESG.

In tale contesto, la SGR, coerentemente con la propria strategia di integrazione dei rischi di sostenibilità nel processo di investimento e di consulenza, applica criteri di esclusione dal proprio universo di investimento di emittenti che presentano un maggiore rischio ESG sulla base del rating ESG assegnato dai principali info-provider e del settore di attività.

Ad ogni modo, alla luce delle tempistiche necessarie per definire ed implementare un insieme di regole e processi operativi adeguati, la SGR non ha ad oggi adottato specifiche politiche per l’individuazione, prioritizzazione e gestione degli effetti negativi sui fattori di sostenibilità, che ci si attende saranno disponibili a partire dal 2022.

 

Dichiarazione ai sensi dell'articolo 5 del Regolamento (EU) 2019/2088 del 27 novembre 2019

Ai fini degli adempimenti di cui all’articolo 5 del Regolamento (EU) 2019/2088 del 27 novembre 2019, si prega di fare riferimento alla Relazione sulla Remunerazione più recentemente pubblicata nell’area “Corporate Governance – Documenti Societari - Relazioni” del sito Equita.eu.